Si eseguono accurate stime e perizie al fine di stabilire il più probabile valore di mercato di un bene, per determinare il canone di locazione di un immobile abitativo commerciale o agricolo, oppure per trovare il valore di trasformazione, a seguito di ristrutturazione, trasformazione d’uso o costruzione, oppure ancora per procedere ad una valutazione analitica nel caso di aziende agricole.

Le perizie eseguite dallo studio servono altresì a determinare il valore dell’immobile da concedere a garanzia al fine di:

  • Ottenere un mutuo;
  • Ottenere un prestito;
  • Stipulare un contratto di leasing;
  • Procedere alla richiesta di danni a terzi;
  • Redimere discussioni testamentarie.

Il Consulente Tecnico di Parte (C.T.P.) è una figura professionale utilizzata nelle controversie legali sia in ambito civile che penale e permette di risolvere numerosi problemi al proprio cliente (accusato o la parte lesa), oltre ad espletare le richieste fornite dal C.T.U. (consulente tecnico d’ufficio) nominato dal giudice.

Il consulente di parte è un tecnico specializzato in un preciso ambito lavorativo e viene nominato dalla parte secondo l’art. 201 del codice di procedura civile.

Avvalersi di un tecnico di fiducia è sicuramente la scelta migliore per instaurare, contestare, verificare un iter giudiziario che potrebbe risolversi facilmente, o nei casi più complessi instradare i legali nella corretta strategia legale, grazie all’esperienza ed alle tecniche forensi proprie del consulente.

Ogni professionista ha una propria esperienza in un settore specifico e con l’evoluzione della tecnologia, se ne ha sempre più necessità in tutti i campi di applicazione. I compiti che un consulente tecnico di parte deve assolvere sono molteplici, dalla analisi preventiva dei fatti, alla constatazione effettiva dei reati, alle metodologie utilizzate, alla verifica della correttezza dei dati estrapolati, al coordinamento delle varie fasi e degli eventi, etc.